Invio dati corrispettivi per il periodo transitorio

La soluzione Sixtema con Bpoint per la prima tramissione di settembre

La soluzione Sixtema con Bpoint. Al fine di permettervi di supportare i vostri clienti nel corso del suddetto periodo ‘transitorio’, verrà rilasciato nella settimana del 26 agosto il nuovo modulo Invio dati corrispettivi che arricchisce la proposta di Sixtema, affiancandosi a Get Your Bill, già presentato nei mesi scorsi.

All’interno del prodotto saranno rilasciati tutorial per guidare il cliente nell’utilizzo. Inoltre saranno a disposizione delle Note Salvatempo e FAQ.

Il nuovo modulo Invio dati corrispettivi è inserito nella gestione Adempimenti Antielusione e le principali funzionalità sono:
• Caricamento manuale valore dei corrispettivi o prelievo automatico dalla contabilità
• Apposizione firma digitale
• Generazione del file per invio

PREZZI

Prezzo una tantum fino al 31/12/2020 per consentirne l’utilizzo nel periodo transitorio

L’art. 2, D.Lgs. n. 127/2015, come modificato dall’art.17, DL n. 119/2018 ha previsto l’obbligo per i commercianti al minuto e soggetti assimilati di memorizzare elettronicamente ed inviare telematicamente i corrispettivi all’Agenzia delle Entrate.

• dal 1° luglio 2019 per i soggetti con volume d’affari superiore a € 400.000

• dal 1° gennaio 2020 per tutti gli altri soggetti

L’invio va effettuato tramite un’apparecchiatura dedicata (Registratore Telematico o RT) che risponde ai requisiti di immodificabilità e sicurezza dei dati. In alternativa all’uso del sistema RT, è possibile utilizzare l’apposita piattaforma web messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Per specifica previsione normativa potranno essere individuate anche altre modalità ora non disponibili.

Anche a causa di rallentamenti manifestatisi nell’attivazione dei nuovi RT per i primi soggetti impattati dall’1/7/2019, con il “Decreto Crescita” è stata approvata una “moratoria” di 6 mesi all’obbligo durante i quali gli operatori possono continuare a certificare i corrispettivi come prima scontrino e ricevuta fiscale) e trasmettere i dati entro il mese successivo attraverso una delle seguenti 3 modalità per il solo periodo transitorio (fino al 31 dicembre 2019 per i soggetti obbligati dal 1° luglio, fino al 30 giugno 2020 per i soggetti obbligati dal 1° gennaio 2020):

• upload dal sito Fatture&Corrispettivi di files giornalieri secondo il tracciato dei “tipi corrispettivi” utilizzato dai sistemi RT:

• data entry dei dati direttamente dal portale Fatture&Corrispettivi;

• invio massivo dei corrispettivi utilizzando specifico tracciato e modalità; ciò può essere effettuato sia da parte dall’impresa oggetto del provvedimento sia da parte degli intermediari fiscali che possono operare in nome e per conto dell’esercente, estraendo i dati direttamente dalle registrazioni contabili effettuate ai fini IVA.

La prima trasmissione è prevista per il 2 settembre anche se è in discussione una proroga al 30 settembre.​

Compila il modulo sottostante per richiedere

Leggi l'informativa privacy

Ho preso visione e accetto (richiesto)