La formazione dell'Area Consulting Sixtema:

La formazione qualificata e certificata a cura dell'Area Consulting Sixtema

Sixtema e la formazione accreditata

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro (CNO) ha approvato il “Regolamento recante le disposizioni sulla formazione continua per i consulenti del lavoro” che è in vigore a partire da gennaio 2019 (Leggi il Regolamento e le linee guida formazione continua. Clicca qui)
Anche per biennio 2019/2021 Sixtema ha ottenuto l’autorizzazione a svolgere Corsi di Formazione accreditati ai fini della formazione continua dei Consulenti del Lavoro

Sixtema e i corsi E-Learning

Sixtema quindi ha deciso di offrire ai propri Clienti la possibilità di ricevere crediti formativi per i corsi formativi erogati tramite la propria piattaforma Sixtema.E-Learning, in quantità tale da consentire la copertura del 40% del monte ore complessivo dei crediti formativi, così come previsto dagli articoli 6 e 10 del Regolamento e dalle relative Linee Guida.

Nella piattaforma Sixtema e-learning saranno messi a disposizione, per l’anno 2019, 10 corsi e-learning della durata di 1 ora, per un totale di 10 ore, pari al 40% del monte ore annuale (25 ore all’anno, 50 ore nel biennio).

Come da Regolamento, i corsi e-learning includeranno 4 test intermedi e 1 test finale e solo al superamento di quest’ultimo potranno dare origine al rilascio di un attestato individuale nominativo al consulente del lavoro interessato.

Clicca sul titolo per scoprire i corsi disponibili

Richiesta di acquisto

1° Modulo
Start up e collaboratori: cenni sulla disciplina

2° Modulo
Semplificazione gestionale e flessibilità organizzativa

3° Modulo
Retribuzioni incentivanti

4° Modulo
Altre agevolazioni connesse al personale dipendente


Relatore 
Flavia Martinelli
Consulente del lavoro

Durata
1 ora di lezione
suddivisa in 4 moduli

Il modulo formativo concerne il confronto tra il telelavoro e lo smart working (Lavoro agile), al fine di stabilire quale delle due particolari forme contrattuali di lavoro sia la più adatta alle nuove esigenze del mondo del lavoro, sempre più orientato ad una maggiore flessibilità ma allo stesso tempo anche alle esigenze dei lavoratori.

Il corso è suddiviso in quattro moduli:

1) Telelavoro – caratteristiche;

2) Smart working – caratteristiche;

3) Comparazione tra le due forme contrattuali di lavoro;

4) Peculiarità dell’accordo per l’introduzione dello smart working

Il modulo formativo analizza i principali incentivi alle assunzioni con particolare attenzione alle misure agevolative in corso di definizione per l’anno 2019. Il corso considera un’articolata gamma di tipologie di assunzioni rispetto alle quali il datore di lavoro può disporre di agevolazioni contributive.

Le misure agevolative analizzate nel corso sono, dunque, raggruppate in base alle categorie di soggetti che per il datore di lavoro rappresentano un beneficio contributivo, qualora vengano soddisfatti i requisiti e le condizioni legislativamente previste.

Il corso è suddiviso in quattro moduli:

1) Agevolazioni per l’assunzione di giovani: incentivo NEET, e strutturale triennale (legge bilancio 2018), esonero biennale e bonus eccellenze;

2) Agevolazioni per l’assunzione di percettori di disoccupazione, percettori di reddito di cittadinanza e di assegno di ricollocazione e assunzione detenuti;

3) Assunzione apprendisti e regimi agevolabili ad essi applicati in contrapposizione al regime di sottocontribuzione: apprendistato di primo livello e apprendistato professionalizzate in deroga ai limiti di età.

4) Assunzioni in corso di definizione per l’anno 2019 in cui sono elencate le misure agevolative che attendono l’emanazione di disposizioni attuative nel corso dell’anno 2019.

Il modulo formativo riguarda la riforma delle tariffe dei premi assicurativi INAIL in vigore dal 1° gennaio 2019 con focus sul nuovo nomenclatore tariffario e le tariffe inerenti il settore artigiano.
L’obiettivo del corso è pertanto quello di fornire un quadro d’insieme dei principali interventi effettuati dall’istituto sul nomenclatore tariffario ed un’analisi più approfondita sulle principali novità che sono intervenute nell’ambito della tariffa inerente la gestione artigianato.

Il corso è strutturato in quattro moduli:

1) la nuova tariffa dei premi (elementi caratterizzanti, gestioni tariffarie, inquadramento dei datori di lavoro, classificazione delle lavorazioni), abbinato ad una seconda sezione inerente il nuovo nomenclatore (obiettivi della revisione, risultati conseguiti, interventi tecnici effettuati, struttura);

2) Gestione artigiani – Grandi gruppi 1,2,3,4,5: nel quale vengono esaminate e commentate le principali novità inerenti la classificazione delle lavorazioni previste nei primi cinque grandi gruppi della gestione artigianato;

3) Gestione artigiani – Grandi Gruppi 6,7,8,9,0 : nel vengono esaminate e commentate le principali novità inerenti la classificazione delle lavorazioni previste negli altri grandi gruppi, suddivise in due sezioni;

4) Premio Speciale Unitario: che riguarda le nuove modalità di applicazione del P.S.U. e le tabelle inerenti le nuove classi di rischio ed i premi applicati.

Il modulo formativo concerne la riforma delle tariffe dei premi assicurativi INAIL in vigore dal 1° gennaio 2019 e le novità più rilevanti introdotte dalla legge di Bilancio 2019, al T.U. dell’INAIL.

L’obiettivo del corso è di fornire un quadro d’insieme degli elementi principali che caratterizzano la nuova tariffa nonché delle novità introdotte rispetto alla tariffa del 2000 rimasta in vigore fino al 31.12.2018.

Il corso è strutturato in quattro parti:

1) La genesi e le peculiarità della nuova tariffa dei premi INAIL (evoluzione normativa, vigenza della nuova tariffa, gestioni tariffarie, modalità di inquadramento e classificazione dei datori di lavoro);

2) I nuovi nomenclatori. Questo modulo è suddiviso in due sezioni sottostanti, dove vengono esaminati gli esempi più significativi delle semplificazioni, degli aggiornamenti e delle nuove lavorazioni, introdotte nei nuovi nomenclatori;

3) I nuovi criteri di oscillazione del tasso medio di tariffa (riduzione per prevenzione e nuovo “bonus malus”);

4) Le principali modifiche apportate al T.U. dell’INAIL (risarcimento del danno al lavoratore infortunato e abrogazione del premio supplementare per silicosi ed asbestosi).

Il modulo formativo analizza le principali misure di politica attiva e passiva del lavoro principalmente rivolte a soggetti in stato di disoccupazione e/o percettori di prestazioni di sostegno al reddito. Il corso focalizza l’attenzione alle iniziative, misure e incentivi finalizzati a favorire l’occupabilità. I vari istituti e tematiche sono affrontate considerando la duplice valenza insita nelle misure di politica del lavoro le quali rappresentano non solo un vantaggio per colui che è in cerca di occupazione ma anche una opportunità per il datore di lavoro intenzionato ad assumere.

Il corso è suddiviso in quattro moduli:

1) Politiche attive e politiche passive a confronto;

2) Politiche attive e strumenti di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro;

3) Politiche attive e strumenti di sostegno al reddito alla cessazione del rapporto di lavoro;

4) Opportunità per il datore di lavoro e iniziative finalizzate all’occupabilità.

Il corso effettua una disamina del credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo che rappresenta un importante incentivo di natura fiscale rivolto alle imprese che sostengono costi per svolgere attività di ricerca di particolare rilevanza scientifica (art. 3, D.L. n. 145/2013).
Il corso intende sviluppare in particolare la tematica del costo del personale direttamente impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo eleggibili al credito di imposta.

Il corso è suddiviso in quattro moduli:

1) Inquadramento;

2) Spese ammissibili riferite al personale;

3) Determinazione del beneficio

4) Modalità di fruizione


Leggi l'informativa privacy

Ho preso visione e accetto (richiesto)

(*) campi obbligatori