Corso SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO – PROGRAMMA


CONTENUTI DEL CORSO


MODULO BASE – Le nozioni di base in materia di salute e sicurezza

DATA 22 NOVEMBRE 2016
DURATA n. 3 ore dalle 9.30 – 12.30
ARGOMENTI

  • Premessa normativa: cenni sul sistema legislativo
  • Il TU sicurezza: campo di applicazione
  • Cenni sulle modalità di applicazione del TU a particolari tipologie di lavoratori o di imprese
  • Le principali figure del sistema di prevenzione aziendale
  • Cenni sui principali obblighi e misure generali di prevenzione del Titolo I (sorveglianza sanitaria, informazione e formazione, gestione emergenze…)
  • Cenni sui principali obblighi e misure di prevenzione dei titoli sui rischi specifici, compresi i cantieri

RELATORE Dott.ssa Mara Zavatti


MODULO SPECIALISTICO I – SICUREZZA SCAFFALATURE – PARTE PRIMA

DATA 29 NOVEMBRE 2016
DURATA n. 3 ore dalle 10.00 – 13.00
ARGOMENTI

  • Breve inquadramento normativo e tipologie strutturali
  • La validazione per l’uso della scaffalatura
  • La validazione documentale
  • La validazione statica
  • La validazione di montaggio
  • Stati di uso di una scaffalatura durante la sua vita utile
  • Responsabilità delle figure coinvolte
  • I carichi: tipologie e rappresentazione
  • Basi della progettazione: schemi statici
  • Basi della progettazione: verifiche in condizioni sismiche

RELATORE: Ing. Morini Cristiano


MODULO SPECIALISTICO I – SICUREZZA SCAFFALATURE – PARTE SECONDA

DATA 05 DICEMBRE 2016
DURATA n. 2 ore dalle 11.00 – 13.00
ARGOMENTI

  • Le ispezioni delle scaffalature
  • Stesura di un rapporto di ispezione
  • Contenuto dei documenti di validazione
  • Programma di manutenzione e controllo

RELATORE: Ing. Morini Cristiano


MODULO SPECIALISTICO II – RISCHIO LEGIONELLA – PARTE PRIMA

DATA 13 DICEMBRE 2016
DURATA n. 2 ore dalle 11.00 – 13.00
ARGOMENTI:

Inquadramento normativo:

  • Disposizioni del Titolo X del D. Lgs. 81/2008 e smi (definizione di “agente biologico”, classificazione, attività lavorative che possono comportare presenza di agenti biologici, modalità di trasmissione diretta ed indiretta)
  • Le Linee Guida della Conferenza Stato Regioni del 7 maggio 2015 e le novità introdotte.

Aspetti generali della Legionella

  • Fonti di infezione nella Legionellosi comunitaria, associata ai viaggi e nosocomiale.
  • Fattori di rischio ambientali e personali

Frequenza della malattia

  • Sintomatologia (Febbre di Pontiac e Malattia dei Legionari)
  • Diagnosi di laboratorio
  • Terapia
  • Sorveglianza epidemiologica (cenni)

RELATORE: Dott.ssa Silvia Rabazzi


MODULO SPECIALISTICO II – RISCHIO LEGIONELLA – PARTE SECONDA

DATA 20 DICEMBRE 2016
DURATA n. 2 ore dalle 11.00 – 13.00
ARGOMENTI

Attività di:

  • Valutazione del rischio e sua periodicità, in presenza di impianti idro-sanitari, aeraulici, impianti di raffreddamento a torri evaporative e condensatori evaporativi, riuniti odontoiatrici, piscine, vasche idromassaggio, impianti di irrigazione e fontane;
  • Misure di miglioramento;
  • Gestione del rischio differenziata in base agli impianti ed ai settori analizzati;
  • Campionamento periodico, interpretazione dei dati e tipo di interventi richiesti.

con particolari riferimenti alle strutture turistiche-recettive, agli stabilimenti termali e alle strutture sanitarie

  • Cenni a Metodi di prevenzione e controllo della contaminazione del sistema idrico (misure a breve e lungo termine).
  • Utilizzo delle check list di raccolta dati
  • Inserimento informazioni nella procedura specifica della piattaforma Sicurplan
  • Produzione documentale

RELATORE: Dott.ssa Silvia Rabazzi


PRESENTAZIONE E INFORMAZIONI (clicca qui)